Parma Pallamano 1970

Un pareggio che non soddisfa

Non è stata sicuramente una bellissima partita quella vista sabato a Riale per il campionato di Serie B. L’Azeta Ala Parma affrontava la trasferta con un roster ridotto a 10 atleti, compresi i 2 portieri Delbono e Boschi. Ciononostante sulla carta la sfida non sembrava impossibile viste le posizioni in classifica delle 2 squadre, Riale 4 punti, Parma 18. Nel riscaldamento nel bel Palasport di Zola Predosa (impianto molto bello con il campo integrato nello stesso complesso della piscina) si notavano, oltre al minor numero di atleti di Parma, la più giovane età media degli atleti ducali. Pubblico sicuramente più numeroso quello di casa contro i 4 supporter gialloblù, chi scrive queste righe, la sua “eroica” moglie, unica donna nel giorno dell’8 marzo, il direttore tecnico del Parma e l’ex capitano che, non ci stancheremo mai a dirlo, se fosse stato in campo invece che in tribuna a dispensare conigli ai suoi ex compagni … beh la partita sarebbe stata sicuramente diversa.

Parma si schiera in campo con Delbono tra i pali, Mancuso (di ruolo ala) a fare il centrale, Garavaldi (di ruolo pivot) a fare il terzino sinistro, Stighezza terzino destro, Salliu e Grilli alle ali, Allodi pivot.

Il primo tempo non iniziava bene per i colori gialloblù, subito predominio dei padroni di casa nonostante le occasioni da gol fossero più numerose, nei primi minuti, dalla nostra parte. Gli atleti di Galluccio faticavano però a trovare spazi nella difesa del Riale che manteneva e incrementava il vantaggio. Parma faticava a mantenere il ritmo di un Riale che, sorretto dal suo pubblico, sembrava dover giocare la partita della vita. Si arriverà fino al massimo vantaggio dei padroni di casa sul 14 a 9 quando Parma sembra svegliarsi e con ottimi contropiedi di Grilli e con un paio di reti di Garavaldi (sicuramente il migliore in campo dei nostri con 7 reti nei primi 30 minuti) riesce addirittura a pareggiare, 14 a 14 e a chiudere così la prima fase di gioco in parità.

Al ritorno in campo “cambia la musica”, si fanno molto più evidenti le carenze tecniche del Riale e Parma, pur non esprimendo la pallamano che vorremmo vedere, riesce ad imporre il suo gioco e a portarsi in vantaggio senza però mai riuscire a staccarsi definitivamente anche a causa di occasioni d’oro sprecate sui 6 metri e dei rigori non realizzati: quest’ultimo argomento sarà una delle noti dolenti della giornata, ben 5 rigori non realizzati su 7 avuti a disposizione sono un’enormità. A metà del secondo tempo Parma conduce 20 a 18 grazie anche ad una doppietta di Salliu. Galluccio chiama in campo Zagatti (breve e opaca la sua presenza nel primo tempo) e Sciatta. Subito Zagatti (nella foto) in rete per il massimo vantaggio ducale dell’incontro, 21 a 18. Al rigore realizzato dal Riale risponderà Sciatta con una bella rete dai 9 metri per ristabilire il +3. Ma il Riale si riavvicina e non basteranno le ultime 3 reti di Zagatti, alla fine marcato a uomo, per portare a casa i 3 punti anche perché, nel frattempo, Parma aveva sbagliato gli ultimi 2 rigori avuti a disposizione.

Da descrivere gli ultimi convulsi minuti della gara: a poco più di 180 secondi dalla sirena le squadre sono in parità. 24 a 24. Segna Parma e mancano 2 minuti. Azione d’attacco del Riale e Delbono si supera con 3 interventi consecutivi che negano la rete ai padroni di casa ma nell’ultimo intervento l’arbitro vede un giusto rigore per il Riale e commina un ingiusto, a nostro parere, “2 minuti” ad Allodi. Riale con un atleta in più e un rigore a disposizione per pareggiare: Galluccio chiama Boschi a difendere la porta e Davide para. Grande la gioia tra i gialloblù ma nell’azione successiva Boschi viene beffato da un pallonetto e il risultato, che non cambierà più nel minuto rimanente, si fissa sul 25 a 25 nel boato del pubblico di fede bolognese.

Tutti gli allenatori arrabbiati, Galluccio per aver visto svanire la possibilità di una vittoria, evidente per tutto il secondo tempo, Quattrone, il Mister del Riale, per non aver sfruttato un’occasione forse unica per battere un Parma in difficoltà dopo tanti anni (almeno a memoria di chi scrive) dove, in nessuna categoria, giovanile o seniores, la squadra bolognese era riuscita a vincere con una compagine gialloblù.

E’ arrivato così il primo pareggio della stagione per l’Azeta Ala. Si poteva sicuramente fare di più e meglio ma va ricordata la condizione in cui Parma è arrivata a Zola Predosa. I ragazzi non hanno espresso la pallamano di cui sono capaci ma hanno però dato tutto quanto a disposizione evidenziando il cosiddetto attaccamento alla maglia. Sicuramente poco per una società che per storia per tutto il resto dovrebbe ambire ad una categoria superiore ma questo è quello che abbiamo oggi; ripartire non è facile ma deve essere l’obiettivo e l’impegno di tutti, dagli atleti ai tecnici, dai dirigenti ai tifosi.

Queste le reti degli atleti di Mister Galluccio, da notare che tutti i gialloblù sono andati in gol:

Azeta Ala Parma: Del Bono, Boschi, Garavaldi 8, Mancuso Andrea 2, Sciatta 1, Zagatti 4, Stighezza 1, Salliu 3, Allodi 1, Grilli 5

Prossimo appuntamento a Parma (sabato 15 marzo al Pala Del Bono alle ore 18:00) contro il Ravarino, un’altra sfida non impossibile, ovviamente se affrontata atleti a disposizione, sia in numero che in qualità.

Qui sotto il referto di Riale Azeta Ala Parma

Referto Riale Parma del 8/3/2014

Referto Riale Parma del 8/3/2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *