Parma Pallamano 1970

Per il Casalgrande una sconfitta annunciata

(dal sito SportReggio)

Alla ripresa del campionato di serie A maschile, i ragazzi di Galluccio soccombono alla Terraquilia 16-34

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Una sconfitta annunciata, anzi più che annunciata: la Nuova Era Casalgrande ha aperto il proprio 2014 agonistico con un nettissimo rovescio interno contro la “fuoriserie” Terraquilia Carpi. Con questo ko la squadra di Galluccio deve dire addio in modo definitivo al sogno play off, se mai tale sogno è stato coltivato: adesso la salvezza resta l’unico e irrinunciabile obiettivo stagionale.
La compagine di coach Serafini ha tutti i numeri per puntare allo scudetto, e ne ha dato piena dimostrazione anche al PalaKeope: d’altro canto i padroni di casa si sono dimostrati volenterosi, ma il divario tra le due contendenti è parso fin troppo netto. Peraltro Casalgrande ha dovuto fare i conti con assenze nient’affatto trascurabili, che hanno ulteriormente intralciato il già impervio cammino dei biancorossi locali. Galluccio ha dovuto fare a meno degli infortunati Mammi, Scicchitano e Lassouli (per quest’ultimo la stagione è già finita): mancavano inoltre Ricciardo (che sta godendo qualche giorno di meritate ferie dal lavoro) e lo squalificato Davide Ruozzi. Tuttavia, si sperava che la Nuova Era riuscisse a perdere con uno scarto inferiore rispetto al 16-34 finale: i casalgrandesi hanno buttato via un numero probabilmente eccessivo di conclusioni a rete, ma soprattutto hanno concesso eccessivo spazio ai micidiali contropiedi carpigiani. Quanto all’andamento della partita, c’è ben poco da dire: il risultato rispecchia in pieno ciò che si è visto. Si è avuta una sorta di equilibrio soltanto nei primi 7 minuti, quando la Terraquilia conduceva soltanto per 1-3: da quel momento in avanti gli ospiti hanno letteralmente preso il largo, e alla Nuova Era non sono rimaste che le briciole. Sul fronte delle prove individuali, nelle file di casa spiccano comunque le confortanti prestazioni di Enrico Giubbini e Matteo Usai: stesso discorso per Mattia Rivi, che ha difeso la porta di Casalgrande per 50 minuti. L’estremo difensore classe ’92 ha sfoderato interventi che hanno saputo evitare un passivo ancora più pesante. Meno brillante del solito Mattia Lamberti, che probabilmente ha pagato il fatto di doversi occupare anche della fase difensiva sopperendo così alle assenze (Ruozzi in primis). Per quanto riguarda la Terraquilia, il grande ex di turno Alessandro Baschieri non ha messo piede in campo: Serafini ha preferito schierare l’ex rubierese Gigi Malavasi per l’intera partita. Nella positività generale della compagine ospite si sono distinti in primo luogo Molina e Gennaro Di Matteo (altra vecchia conoscenza della pallamano di casa nostra): il coach carpigiano ha preferito utilizzare col contagocce il neoacquisto Michele Skatar, ma l’italo-croato ha ugualmente messo in mostra tutta l’efficacia che lo caratterizza.

“Per quanto ci riguarda è stata una partita a due facce”, ha affermato il tecnico della Nuova Era Luca Galluccio:“ce la siamo cavata bene quando siamo riusciti a proporre una difesa piazzata, ma d’altro canto abbiamo subìto un numero di contropiedi decisamente eccessivo. Un altro aspetto che ci ha svantaggiati è quello legato alla disponibilità di cambi: noi avevamo i giocatori contati, mentre Serafini può contare su una panchina veramente lunghissima. L’insieme di tutti questi fattori spiega la nostra sconfitta, ma non può affatto rappresentare un alibi: dobbiamo imparare a giocare su buoni livelli in ogni occasione, anche quando viviamo momenti di stanchezza o quando gli avversari sono particolarmente competitivi. Sapevo di perdere, ma avrei sperato in una differenza meno ampia tra noi e loro. Tra le note positive”, ha proseguito il coach casalgrandese, “spiccano le buone prove di Usai, Giubbini e Rivi: ora ci attende un altro severissimo banco di prova a Teramo, ma guai ad essere eccessivamente preoccupati. In Abruzzo potremo recuperare sui rientri di Mammi, Scicchitano e Ricciardo: sono ritorni che ci saranno di notevole aiuto”.

“Credo che su questa partita ci sia fondamentalmente poco da dire”, ha invece detto l’allenatore della Terraquilia Carpi Davide “Stecca” Serafini“l’unica nota stonata da parte nostra, se così la possiamo chiamare, è rappresentata dall’avvio piuttosto lento che siamo stati capaci di sviluppare. Nei minuti iniziali c’è stata scarsa lucidità da parte nostra, ma ciò era nel complesso prevedibile: stiamo vivendo un periodo piuttosto intenso sul piano del lavoro fisico, ulteriormente potenziato per farci trovare pronti all’appuntamento con la Coppa Italia. Ad ogni modo, tali problemi si sono risolti nel giro di breve tempo: Skatar è appena arrivato e ho preferito non forzare troppo il suo minutaggio, ma Michele ha già fatto vedere di che pasta è fatto. Tuttavia”, ha evidenziato Serafini, novellarese d’adozione, “vorrei spendere alcune sincere parole di elogio verso Casalgrande: pur essendo in versione molto rimaneggiata, la Nuova Era ha giocato riponendo una fortissima dose di carattere. Lo scudetto? Carpi, Bolzano e Fasano non sono le uniche formazioni in lizza: Pressano, Trieste, Palermo, Fondi, Ambra e Teramo sono altre candidate più che mai valide”.

 

NUOVA ERA CASALGRANDE – TERRAQUILIA CARPI 16 – 34 (primo tempo 6 – 14)


Nuova Era Casalgrande:
 Morelli 5, Pranzo, Zerbini 1, Usai 3, Lamberti 4, Lenzotti, Barbieri, Fantini (P), Giubbini 3, Rivi (P), Scalabrini, Mammi, Ferrari, Montanari. All.: Luca Galluccio.
Terraquilia Carpi: Malavasi (P), Baschieri (P), Basic 3, Bellotti 4, Beltrami 1, Di Matteo 6, Marrochi, Molina 6, Piccinini 1, Pieracci 1, Polito 2, Skatar 4, Sperti 3, Tojcic 3. All.: Davide Serafini.
Arbitri: Cimini e Ciotola.
Note: spettatori 200 circa. Rigori: Nuova Era 3 su 4, Carpi 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Nuova Era 3, Carpi 6. Espulso al 29’st Lamberti (N) per pesante intervento su Beltrami.
Altri risultati del 14° turno: Ambra Poggio a Caiano-Teknoelettronica Teramo 25-26, Romagna Imola-Luciana Mosconi Dorica Ancona 29-25, Bologna-Estense Ferrara 36-35. Ha riposato la Farmigea Pisa.
Classifica di pallamano serie A maschile (girone B): Carpi 36 punti; Teramo e Ambra 30; Imola 22; Ferrara 17; Ancona 13; Bologna e Nuova Era Casalgrande 9; Farmigea 2.
Prossimo turno (sabato 25 gennaio): Teknoelettronica Teramo-Nuova Era Casalgrande, Carpi-Bologna, Ancona-Farmigea e Ferrara-Imola. Riposerà Ambra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *