Parma Pallamano 1970

La vittoria dell’Azeta Ala e i risultati di tutte le giovanili

E’ stata una partita vera, combattuta fino all’ultimo secondo. L’Azeta Ala Parma e lo Sportinsieme di Castellarano tornavano ad incontrarsi dopo che le due sfide della passata stagione avevano lasciato sicuramente emozioni ma anche strascichi polemici. La sfida di sabato 25 è stata sicuramente giocata “intensamente” (5 sospensioni da 2 minuti per parte ne sono una chiara testimonianza) ma senza volute cattiverie o “colpi bassi”. E’ stata la classica partita di Serie B con un mix di giovani e veterani con velocità e tecnica per i primi, passione ed esperienza per i secondi.

Si vedeva comunque che era una sfida sentita, ad ogni rete le panchine, in special modo quella del Castellarano, esultavano come fosse stato segnato il gol che decideva la Champions League.IMG_0501

Il risultato, nel suo continuo sviluppo, teneva vicine le due formazioni e solo alla fine si raggiungeva un + 3 a favore di Parma mentre per il resto della gara ben poche volte si arrivava a 2 lunghezze di distacco.

Inizio con lieve prevalenza degli ospiti che riuscivano ad avere la supremazia fino al 15° sul 5 a 6, supremazia che raggiungeranno ancora nel secondo tempo 2 sole volte con 17 a 18 e col 18 a 19. Per il resto, ed è sicuramente la maggior parte della gara, da rilevare la prevalenza del Parma.

La prima metà della gara si chiudeva con un rigore concesso al Castellarano (ovviamente inesistente per i padroni di casa e invece sacrosanto per gli ospiti) che consentiva ai reggiani di raggiungere Parma, 11 a 11.

Parma, a differenza di quanto avevamo scritto nel nostro ultimo articolo, non presentava nel roster Grilli e Anelli per problemi di tesseramento. Probabilmente una disattenzione della società ducale che avrebbe potuto costare cara ma così, fortunatamente per i colori gialloblù, non è stato: era chiara convinzione di molti che la presenza di questi 2 atleti avrebbe consentito di chiudere i giochi molto prima. In effetti, almeno da un punto di vista tecnico, Parma si dimostrava superiore come gioco ma lo Sportinsieme riusciva a non farsi mai distanziare troppo principalmente grazie a 2 ex di Parma, Giovannini, portiere degli ospiti autore di tante parate decisive (grande partita la sua) e il “solito” (in senso positivo) Nunzio Di Matteo, capocannoniere della gara con 7 reti.

 

IMG_0507

Per Parma tutti hanno dato, come si suol dire, l’anima e tutti devono ritenersi vincitori di una gara difficile affrontata con una panchina corta e con acciacchi, accaduti in gara, che hanno sicuramente limitato la potenzialità. Una menzione speciale va però data al diciassettenne Salliu Bajram che ha dato velocità al gioco dei suoi ed ha segnato, tutte nel secondo tempo, 6 importanti reti sfidando una difesa con atleti ben più “robusti” ed esperti di lui. Una partita da incorniciare la sua come evidenziato dai vari cori del pubblico gialloblù che urlava a gran voce “Romi, Romi” (il suo soprannome).

Alla fine il punteggio decretava un 23 a 20 per la squadra di Parma che festeggiava tra la gioia dei suoi tifosi che, va detto, hanno applaudito calorosamente anche gli ospiti che ricambiavano a loro volta gli applausi. Questi sono i finali di gara che ci piace vedere (anche quando si perde ovviamente).

L’Azeta Ala rimane così imbattuta e si prepara ad affrontare la difficile sfida col Romagna Handball, sabato 1 novembre a Mordano.

Azeta Ala Parma: Boschi, Vulpe, Carboni 5, Cortesi 3, Faiulli 3, Ferrari jr 3, Maiavacchi 3, Piazza, Salliu 6, Mancuso. All. Fanti

Sportinsieme Castellarano: Brucioni 1, Di Matteo 7, Esposito, Giaquinto 2, Giovannini, Idammou 3, Lentisco 1, Locci, Manfredini, Schedoni 2, Siracusano, Vezzelli 1, Benvenuti 2, Cocchi. All. Maffei.

Parma Castellarano

Campionato Under 16

Ancora sconfitta la formazione Under 16 che si presentava sabato a Faenza con una formazione cortissima a causa dei già più volte dichiarati problemi di infermeria.

A differenza però delle ultime gare (tornei e prima di campionato) i ragazzi di Mister Ferrari sr hanno dato tutto quello che potevano dare, impegnando i padroni di casa che solamente nella seconda metà di gara riuscivano a raggiungere per poi superare i gialloblù. Il primo tempo finiva infatti con Parma avanti, 11 a 13.

Nel secondo tempo il Faenza riusciva a pareggiare sul 15 a 15 e, da lì in poi, manterrà un vantaggio che poi, grazie anche ad un break di 6 reti, aumenterà fino ad arrivare al finale di 30 a 21. Comunque soddisfatto al termine della partita Mister Ferrari che ha visto nei suoi significativi segnali di miglioramento.

Questi gli atleti gialloblù: Avanzini 3, Ghiretti 1, Musca, Musi 4, Scauri 8, Schianchi 1, Singh 3, Talento 1, Poma.

Prossima sfida sabato 1, alle ore 17 al Pala Del Bono, con Scuola Pallamano Modena.

 

Campionato Under 18

Sfuma a Parma Pallamano una grossa opportunità di rimanere a punteggio pieno. A Mordano, in casa del Romagna Handball, in vantaggio praticamente per tutta la partita (tranne un unico parziale di 3 a 2 per i padroni di casa), si fanno raggiungere allo scadere sul 21 a 21 dopo essere stati in vantaggio 18 a 21. Peccato, una vera occasione persa.

Una partita nervosa quella giocata dai ragazzi di Mister Faiulli, saranno ben 9, contro 4, le sospensioni per 2 minuti comminate ai gialloblù. Nonostante questo riuscivano a rimanere avanti nel punteggio, 6 a 8 alla prima sirena, per quasi tutta la gara senza però mai allontanarsi troppo (il massimo distacco sui padroni di casa non supererà il +4). Mancuso e Salliu (ancora lui dopo la bella prova di sabato con la Serie B) sono stati i migliori realizzatori del Parma, rispettivamente con 8 e 7 reti.

E’ vero che il campionato è solo agli inizi ma con il girone unico lasciarsi sfilare una vittoria così può costare caro. Prossimo appuntamento domenica 2 novembre, ore 11 al Pala Del Bono, per la sfida col Bologna 2 Agosto.

Questa la formazione schierata da Faiulli: Vulpe, Ajolfi, Allodi 1, Cortesi 1, Larghi, Mancuso 8, Motto, Phan, Stighezza 1, Zambelli 3, Salliu 7

 

Triangolare Under 14 al Pala Del Bono

Si è svolto domenica mattina al Pala Del Bono un triangolare tra 3 formazioni Under 14, Green Handball Parma, Carpi e HC Felino. Sono queste 3, probabilmente, le squadre più giovani del girone A del prossimo campionato e sono quindi le più “immature” dal punto di vista della pallamano. Tre formazioni più o meno allo stesso livello, cresciute abbastanza dalla fine dello scorso anno, e che quindi hanno ancora ampi margini di miglioramento a breve termine. Proprio per questo il lavoro fatto non è mai abbastanza se si vuole vincere anche qualche partita in campionato.

Nelle varie gare di cui non riportiamo i punteggi in quanto non fondamentali, c’è da rilevare una certa predominanza del Felino: Mister Ferrari jr ha approfittato di queste amichevoli per verificare alcune collaborazioni offensive sulle quali i suoi ragazzi hanno lavorato negli ultimi due allenamenti. A fine gara l’abbiamo intervistato e ci ha dato il seguente punto di vista: << Sono molto soddisfatto per il gioco proposto dalla mia squadra anche con l’innesto delle new entry. Per me riuscire a giocare bene a pallamano con pivot e ali in un’under più 12 che 14 è motivo di grande orgoglio. Il lavoro fatto finora è molto buono e i miglioramenti si vedono>>.

Note negative invece in casa Green Handball che, al di là delle 2 sconfitte, ha collezionato, parole di Mister Ugolotti, errori in serie che, uniti all’inesperienza, hanno giustificato i pesanti risultati subiti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *