Parma Pallamano 1970

La sfida dei parmigiani in Serie A

Si è svolta sabato scorso, in Serie A, la sfida tra i parmigiani del Casalgrande e della Farmigea. Assenti Scicchitano e Zerbini per infortunio il Casalgrande schierava Usai in campo e Luca Galluccio Mister; da parte Farmigea i giovani parmigiani Anelli e PIletti.

Di seguito la partita vista dai rispettivi siti delle 2 formazioni.

(da http://www.pallamanospallanzani.it )

Farmigea – Nuova Era 25 – 31 ( primo tempo 11 – 16 )

Una Nuova Era concreta e volitiva batte il Farmigea in quei di Prato, vista l’impraticabilità del campo di Pisa ed incamera per la seconda volta consecutiva un successo pieno sfatando anche il mito del mal di trasferta, portandosi al 7° posto in classifica con 9 punti.

A parte i primi minuti iniziali dove le due formazioni si sono affrontate a viso aperto con alternanza nel risultato giocandosela punto a punto, sopra di uno, parità, sotto di uno, Nuova Era al 7’ si porta in vantaggio, vantaggio che manterrà sino al termine con il risultato sostanzialmente mai in discussione.

La partita: Parte bene la Nuova Era che si porta subito in vantaggio con formazione di casa  che ribatte colpo su colpo e resta agganciata alla squadra Reggiana e si giunge al 5’ in parità, 3 – 3, per arrivare al 10’ con Nuova Era in vantaggio, 7 – 6. Da questo punto in poi  la formazione di Mister Galluccio aumenta il proprio vantaggio e si giunge al 20’ con i Reggiani che conducono 9 – 13 e con un ulteriore allungo si arriva al termine della prima frazione di gioco con Nuova Era avanti di 5 lunghezze, 11 – 16.

Si torna in campo e le cose non cambiano i Reggiani sembrano padroni della situazione ed al 40’ conducono 16 – 21 con la formazione del Farmigea che tenta una reazione che Nuova Era riesce a contenere e si giunge al 50’ sul risultato di 20 – 26 con il fischio finale dei Sig.ri Visciani e Busalacchi che sancisce la vittoria per la formazione di Casalgrande con il risultato di 25 – 31.

Sempre ottima la prestazione di Mattia Lomberti in doppia cifra, 11 reti al suo attivo, con una buona prestazione di Mattia Rivi in porta, ben coadiuvato dal suo sostituto Fantini negli ultimi 10 minuti di gioco. Gli acciaccati Ruozzi e Mammi hanno dato ugualmente, nonostante le non perfette condizioni fisiche, il loro contributo importante al successo finale.

Unica nota negativa l’intervento chirurgico a cui si dovrà sottoporre Enrico Mammi nella giornata di Lunedi per porre rimedio ai problemi al menisco che certamente lo costringerà a stare lontano dal terreno di gioco per tutto il mese di Gennaio 2014

Farmigea: Turini (P), Mannocci (P), Munda (P), Anelli 3, Bufoli 4, Piletti 5, Mancini 1, Perfigli, Benedetti, Spadavecchia A. 1, Lorenzini, Meoni 3, Cascone 4, Mazzi 4. All.: Sergio Cavicchiolo.
Nuova Era : Morelli 3, Pranzo 2, Ruozzi 5, Usai 4, Lassouli 3, Lamberti 11, Lenzotti, Barbieri 2, Fantini (P), Giubbini, Rivi (P), Scalabrini, Mammi 1, Montanari. All.: Luca Galluccio.
Arbitri: Visciani e Busalacchi.
Altri risultati dell’11°: 
Ambra-Romagna 30-26, Teramo-Bologna 34-26, Ancona-Ferrara 36-27. Ha riposato Carpi.
Classifica (girone B): Carpi 27 punti; Ambra e Teramo 24; Imola 16; Ferrara 14; Ancona 10; Nuova Era Casalgrande 9; Bologna 6; Pisa 2.

(da http://www.pallamanofarmigea.it )

SERIE A1 07.12.2013 CARATTERE E CUORE NON BASTANO ALLA FARMIGEA

Momento difficile per i ragazzi Di Cavicchiolo. Ancora due partite, Ambra e Teramo, per chiudere il 2013. Mercato aperto? A fine Dicembre le decisioni!!!

Farmigea ko.

Esce sconfitta dalla sfida contro la diretta concorrente Casalgrande, la squadra del Presidente Dott. Mario Federighi. Diciamo subito che la gara si è dovuta giocare a Prato per indisponibilità del Palazzetto dello Sport di Pisa, occupato dalla manifestazione sportiva “Pisa abbraccia lo sport” che interessa diverse realtà Pisane. L’unica soluzione alternativa è stata quindi giocare una gara così importante a Prato, praticamente in trasferta.

Ma passiamo alla pallamano giocata; Farmigea si presenta con Mannocci,Turini e Munda tra i pali, Spadavecchia, Lorenzini, Anelli e Benedetti ali, Cascone e Bufoli pivot, Meoni e Piletti centrali e Mancini, Perfigli e capitan Mazzi come terzini.

Mister Galluccio da Casaslgrande deve partire senza due elementi fondamentali, quali il portiere Scicchitano e l’ala Zerbini, assenti per infortunio.

La partita alle 16.00 in punto, sotto la guida della serietà e professionalità della coppia arbitrale Visciani e Busalacchi, prende il via con un discreto pubblico presente nell’impianto denominato da tutti il tempio della pallamano. Il Palaconsiag degli scudetti e delle finali storiche dell’Alpi Prato.

Mister Cavicchiolo dedica una intera settimana alla gara, studiano i minimi particolari, incitando e caricando i suoi per affrontare una partita a viso aperto e soprattutto chiedendogli di tirare fuori quel qualcosa in più.
Mancava solo di vederlo in campo dalla grinta che trasmetteva! Cavicchiolo vecchio grande guerriero!!!

Michele Mazzi è consapevole che la gara ha un valore importante, si carica la squadra sulle spalle e cerca di tirarsela dietro, ma qualcosa non va ancora. Sicuramente dall’inizio ad oggi tante cose sono migliorate, ma non dimentichiamo che in campo scendono sempre 2 ragazzi del ‘97 e 3 ragazzi del ’94, sempre titolari.

Nel corso della partita sono state cambiate 4/5 tipologie diverse di difesa e questo è un segno di grande organizzazione.

Si arriva a fine partita con la consapevolezza di essere comunque in salute, e di aver giocato contro giocatori del calibro di Ruozzi, Morelli, Mammi, Lamberti e compagni, non dimentichiamolo.
La cosa importante è che questo gruppo, nonostante i risultati che stanno mancando, lavora intensamente e con grande serietà.
Questo si chiama crescita e maturazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *