Parma Pallamano 1970

Grande prova di Scicchitano nella vittoria del Casalgrande

(da SportReggio.it)

I ragazzi di Galluccio si impongono al Pala Keope con pieno merito al Bologna con il risutato di 34-25

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Coriacea, tonica, efficace, vigorosa: è la Nuova Era vista all’opera nel derby regionale contro Bologna, una Nuova Era che ha saputo imporsi in maniera brillante e con pienissimo merito. La sfida del Pala Keope era contraddistinta da una posta in palio decisamente elevata: conquistando la quarta vittoria stagionale in campionato, Casalgrande ha messo una seria ipoteca sul 7° posto. Tale traguardo è tutt’altro che simbolico: piazzarsi terzultimi al termine della stagione regolare significa infatti godere di un calendario più agevole nella fase play out. La compagine di coach Galluccio da un ko decisamente amaro, maturato sul parquet di Teramo: la sconfitta in terra abruzzese si era rivelata pesante non soltanto sul piano del punteggio, ma anche e soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento mostrato dai biancorossi. Eppure, la Nuova Era è stata abile nel dimenticare in fretta e furia le amarezze teramane: i padroni di casa sono scesi in campo fin da sùbito con lo spirito giusto, contro un Bologna imbottito di giovani guidati dall’esperienza dell’allenatore-giocatore Marcello Montalto. Già al 12′ il punteggio parlava decisamente chiaro: 8-4 a favore di Casalgrande, e felsinei in nettissima difficoltà. I locali hanno accusato un appannamento soltanto al 22′ del primo tempo, quando i petroniani hanno riacciuffato il pari sull’11-11: tuttavia per gli ospiti si è trattato del classico “fuoco di paglia”, perchè ben presto la Nuova Era ha saldamente ripreso il comando delle operazioni. Nella ripresa, la superiorità biancorossa è divenuta ancora più marcata: i casalgrandesi sono riusciti a imbrigliare bene il gioco in velocità degli avversari, impedendo al Bologna di costruire quella rapidità di manovra che avrebbe potuto diventare parecchio insidiosa. In buona sostanza si è vista una Nuova Era con una forte dose di tecnica e classe, tanto in attacco quanto nelle fasi difensive: per le prove individuali una nota particolare va senz’altro a un ritrovato Raffaele Scicchitano. Dopo essere stato costretto a un lungo stop causato dall’infortunio al ginocchio, l’estremo biancorosso era tornato in campo a Teramo giocando 10′: stavolta Scicchitano ha invece disputato l’intera partita, rendendosi autore di una lunghissima serie di interventi non certo semplici. L’ex guardiano del Parma ha ricevuto applausi entusiastici, davvero tutti meritati: senza timore di esagerare, la sua prestazione è stata degna della massima serie slovena. Bene pure Mattia Lamberti, incisivo soprattutto durante i 30′ iniziali: nella positività complessiva della Nuova Era si sono distinti pure Jonathan Pranzo e un Davide Ruozzi in grande spolvero (tra l’altro “Davidone” rientrava dalla squalifica). Nelle file felsinee, da segnalare nonostante la sconfitta la buona prestazione del sempreverde Montalto.
Pur rispettando in pieno il valore del Bologna”,ha detto il tecnico della Nuova Era Luca Galluccio, “questa è un’affermazione che mi aspettavo: si tratta di un successo che i nostri ragazzi hanno cercato, voluto e costruito dall’inizio alla fine, partendo già dagli allenamenti svolti in settimana. Nulla a che vedere con la prestazione che abbiamo fornito a Teramo: stavolta la mentalità è quella giusta, e inoltre siamo stati in grado di sviluppare una pallamano di pregio in ogni frangente dell’incontro. La vittoria è figlia del notevole spirito di squadra che la Nuova Era ha mostrato: tuttavia, una nota speciale va senza dubbio a uno Scicchitano in versione a dir poco super. Adesso”, ha proseguito Galluccio, “ci siamo portati al 7° posto, e ciò rappresenta un dato di fatto. La terzultima piazza è un traguardo a cui puntiamo, senza riserve: da qui in avanti ci attende una serie di finali, e ogni agevolazione relativa al calendario può risultare di notevole utilità alla nostra causa. Dobbiamo però ricordare che si tratterebbe comunque di un traguardo parziale, e per giunta non lo abbiamo nemmeno conquistato in modo definitivo: infatti noi dobbiamo disputare solo una partita a Imola, mentre Bologna ha a disposizione due scontri con Imola e Pisa. Ad ogni modo, da ora in poi spero innanzitutto di riuscire a lavorare con l’organico al completo”.
Di ben altro segno le parole di Marcello Montalto, allenatore-giocatore rossoblù: “A essere sincero, non avevo affatto preventivato un ko di così grandi dimensioni. Lo schema difensivo 4-2 ci ha sorpresi, e inoltre la Nuova Era ha saputo applicare una marcatura molto stretta su di me: basti pensare che per tutti i 60 minuti ho sempre avuto tre giocatori avversari a contrastarmi. Più in generale ho visto un Casalgrande decisamente migliore rispetto a due mesi fa: inoltre è impossibile ignorare l’eccellente prova di Scicchitano, i cui interventi sono tanta parte del successo raggiunto dai biancorossi. Comunque sia, questo insieme di cause non rappresenta affatto una scusante per noi: nella gara di andata avevamo vinto riponendo in campo un atteggiamento combattivo e vincente, mentre stavolta siamo stati completamente deficitari sotto l’aspetto mentale. Sin dall’inizio ci siamo posti in posizione di sudditanza rispetto alla Nuova Era, e ne abbiamo pagato le logiche conseguenze. Ora”, ha sottolineato Montalto, “la lotta per la settima piazza è teoricamente ancora aperta, ma penso che tale obiettivo sia ormai nelle mani di Casalgrande al 90%”.
La formazione di Galluccio tornerà in campo sabato 22 febbraio, nella complessa sfida sul campo di Imola.

 

NUOVA ERA CASALGRANDE – BOLOGNA 34 – 25 (primo tempo 18 – 13)
Nuova Era Casalgrande: Morelli 5, Pranzo 5, Ruozzi 6, Usai 3, Lamberti 8, Barbieri 1, Giubbini 2, Fantini (P), Montanari, Scicchitano (P), Zerbini, Ricciardo 4, Scalabrini, Mammi. All.: Luca Galluccio.
Bologna: Sgargetta D. (P), Montalto 6, Guerra, Cassani, Mula 1, Pedretti 5, Benhenia, Sgargetta C. 3, Racalbuto, Bignardi, De Notariis 2, Garau 5, Simiani 3, Tonini (P). All.: Marcello Montalto.
Arbitri: Falcone e Panno.
Note: spettatori 200 circa. Rigori: Nuova Era 3 su 4, Bologna 3 su 5. Esclusioni per due minuti: Nuova Era 4, Bologna 1.

Altri risultati della 16esima giornata: Farmigea Pisa-Estense Ferrara 17-18, Ambra Poggio a Caiano-Luciana Mosconi Dorica Ancona 34-22, Romagna Imola-Terraquilia Carpi 35-37 dopo i rigori. Ha riposato la Teknoelettronica Teramo.
Classifica di pallamano serie A maschile (girone B)Carpi 41 punti; Ambra e Teramo 33; Imola 26; Ferrara 20; Ancona 16; Nuova Era Casalgrande 12; Bologna 9; Pisa 2.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *