Parma Pallamano 1970

Giornata senza punti per Farmigea e Casalgrande

Sconfitte entrambe le formazioni del Girone B di A1 in cui giocano atleti e tecnico ex Parma. In luce, nonostante la sconfitta, prevedibile contro la corazzata Ambra, Lorenzo Anelli (nella foto di repertorio) che ha segnato 5 reti. A Casalgrande, ancora assente Scicchitano, fa il suo ritorno sul campo Nicola Zerbini.

 

(Dal sito http://www.pallamanofarmigea.it)

 

FARMIGEA – AMBRA 25 – 35 (Primo tempo 10 – 23)

Partenza shock per Farmigea che dopo dieci minuti era sotto di ben 8 reti (0 – 8).
La squadra capitanata dal veterano Mirko Ballini, arrivata a Pisa con comodo bus da 54 posti, detta da subito i tempi e il gioco. Chiaramonti, Dei e Maraldi segnano le prime otto reti.

Mister Cavicchiolo chiama il suo primo time out per scuotere la squadra, spiega come affrontare le situazioni e soprattutto il modo giusto di reagire. Mannocci, ex di turno, para tiri importanti. Dario Perfigli, al rientro dalla convocazione in nazionale, sblocca il risultato per gli uomini di Cavicchiolo e si riapre così la partita.

La muraglia della difesa della squadra di Mister Morlacco però, risulterà vincente; la 6:0 classica con un super Matteo Trinci tra i pali. A fine gara risulteranno 19 le parate del portierone Pratese.

Perfigli, classe 1997, ispirato dall’idolo Raupenas lo imita e lo copia, risultando proprio lui a fine partita il matador dell’incontro, con sette reti all’attivo tutte da terzino.

Bene però anche Anelli dall’ala, Mazzi che piano piano sta tornando quello di sempre, e poi ottima la prova del portiere Marco Munda, che dimostra di valere la maglia da protagonista.

Anche da una sconfitta di dieci reti, si può trovare delle cose positive e da quelle partire e lavorare per il proseguo.
Ottimo l’arbitraggio della coppia Corioni-Muratori, due giovani arbitri di talento.

Da lunedì in palestra si lavorerà per analizzare la gara giocata contro l’Ambra e poi subito sotto per preparare l’ultima del 2013, la trasfertissima di Teramo.
Infatti sabato 21 la squadra scenderà nelle Marche per giocare l’ultima gara del 2013.
Il campionato poi osserverà un mese di stop, tornando in campo sabato 25 gennaio per far visita in trasferta ad Ancona.

Ricordiamo che la formula del campionato quest’anno prevede che le prime 4 classificate al termine del regolare campionato, partecipino ai play off, e le restanti 5 classificate partecipino ai play out. Al termine del campionato, per quanto riguarda i play out, verrà stilata una classifica nella quale verranno attribuiti 5 punti alla quint’ultima, 4 punti alla quart’ultima, 3 punti alla terz’ultima, 2 punti alla penultima e 1 punto all’ultima.

In seguito si giocheranno quattro gare, due in casa e due fuori casa, per stabilire la squadra che retrocederà in Serie A2.

La strada è lunga, il cammino pure… Il lavoro paga sempre… Farmigea non molla mai…
I conti si faranno solo alla fine!!! Buon lavoro a tutti.

PALLAMANO FARMIGEA: Mannocci Marco, Munda Marco, Turini Christian, Meoni Vlado 2, Mazzi Michele 5, Lorenzini Giovanni, Anelli Lorenzo 5, Bufoli Michele, Perfigli Dario 7, Spadavecchia Andrea 1, Mancini Mattia 3, Benedetti Marino, Piletti Lorenzo 2, Tonarelli Mirko

Allenatori: Sergio Cavicchiolo, Romano Del Monte

 

(Da Sport Reggio)

 A maschile, un passo indietro per Nuova Era sconfitta da Ferrara

Dopo due vittorie consecutive i ragazzi di Luca Galluccio vengono fermati al Keope dalla squadra Estense: 31-34

 

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – La Nuova Era Casalgrande godeva di ottime prospettive in vista della sfida contro Estense Ferrara. I biancorossi si sono presentati all’appuntamento forti di due successi consecutivi, ottenuti grazie alle convincenti prestazioni fornite contro Ancona e Pisa: per contro gli estensi stavano vivendo un momento non così favorevole sotto l’aspetto dei risultati, contrassegnato da tre sconfitte di fila. Confrontando i roster a disposizione dei rispettivi allenatori, era facile prevedere una sfida tirata e combattuta: così è stato soltanto nel primo tempo, perchè durante la ripresa i padroni di casa hanno nettamente deluso. In tal modo, è nata l’ottava sconfitta stagionale della formazione casalgrandese: l’assenza del centrale Enrico Mammi ha senza dubbio avuto un certo peso, ma da sola non può bastare per giustificare questa sconfitta.
Come detto, nei 30′ iniziali la sfida è stata giocata a viso aperto da entrambe le formazioni: si è vista una pallamano briosa, frizzante, con tante buone idee concretizzate al meglio dai protagonisti in campo. Dopo l’intervallo è invece stata Ferrara a prendere il sopravvento, ben sospinta dalla verve offensiva di elementi come Stabellini e Nardo: la formazione di Ribaudo ha continuato a fornire una prova coraggiosa e incisiva, e ciò le ha permesso di prevalere su una Nuova Era che ha letteralmente smarrito la bussola. Non ingannino le dimensioni della sconfitta: al 50′ gli ospiti conducevano con un comodo 23-31, e da lì in avanti i ferraresi hanno abilmente gestito il vantaggio sino a giungere al 31-34 conclusivo.
Per ciò che riguarda le prestazioni individuali, nelle file di casa spicca un Lamberti di nuovo implacabile in fase offensiva: i suoi 15 gol personali non hanno bisogno di ulteriori commenti, e Mattia si sta senz’altro rivelando tra i migliori frombolieri dell’intera serie A. Non male nemmeno Devid Ricciardo, che è rientrato in campo dopo aver saltato per motivi di lavoro il confronto con la Farmigea: buono anche il contributo di Pranzo, mentre purtroppo i portieri non hanno vissuto la loro miglior giornata. Sul fronte ospite bene anche Giacomo Sacco, oltre ai già citati Stabellini e Nardo.
“E’ un deciso passo indietro, che proprio non mi aspettavo”, ha commentato a fine gara il tecnico della Nuova EraLuca Galluccio“ancora una volta, non siamo riusciti a tradurre sul campo il buon lavoro svolto in settimana negli allenamenti. In particolare sono rimasto negativamente sorpreso dalla scarsa dose di carattere che abbiamo riposto nel secondo tempo: durante la ripresa eravamo fin troppo rilassati, come se fossimo già contenti di quanto avevamo saputo fare nei 30 minuti precedenti. In buona sostanza”, ha proseguito Galluccio, “ci è mancato il classico sangue agli occhi: con Ancona e Pisa lo abbiamo avuto per tutta la partita, mentre con Ferrara siamo stati capaci di mantenerlo solo nel primo tempo. E’ vero che l’assenza di Enrico Mammi è stata penalizzante, perchè senza di lui vi sono state difficoltà anche a livello di rotazione: ad ogni modo, si tratta di un problema che non deve affatto rappresentare una giustificazione. Sabato prossimo”,ha evidenziato il coach biancorosso,“chiuderemo il 2013 affrontando una fuoriserie come Ambra: una sfida in salita, ma io non mi considero mai battuto in partenza…”. Una nota su Mammi, operato in settimana al menisco: l’intervento è riuscito bene, e il centrale di Salvaterra tornerà in campo a inizio 2014 come previsto.
“Dal nostro punto di vista”, ha invece affermato l’allenatore dell’Estense Ferrara Lucio Ribaudo“si tratta di una vittoria che riveste un grandissimo valore. Affrontare questa Nuova Era non era affatto un compito semplice: Casalgrande proveniva da due eccellenti vittorie, mentre le condizioni fisiche della nostra formazione non sono certo al massimo. La Nuova Era si è rivelata coriacea proprio come me l’aspettavo: d’altro canto, la vittoria è figlia della prova di buon spessore che abbiamo saputo fornire. Le rotazioni hanno funzionato bene fin dal primo tempo, e siamo stati capaci di approcciare bene l’incontro pure sul piano psicologico”. Adesso Ferrara può ancora sognare in chiave play off, ma Ribaudo ci va ancora cauto: “La classifica dice questo, ma noi puntiamo essenzialmente a portare avanti il nostro progetto teso alla valorizzazione dei giovani”.

NUOVA ERA CASALGRANDE – ESTENSE FERRARA 31 – 34 (primo tempo 16 – 15)
Nuova Era Casalgrande:
 Morelli 3, Pranzo 4, Ruozzi 1, Usai 3, Lassouli, Ricciardo 4, Lamberti 15, Lenzotti, Zerbini, Fantini (P), Giubbini, Rivi (P), Scalabrini, Montanari 1. All.: Luca Galluccio.
Estense Ferrara: Anania, Matteo Tosi, Ansaloni (P), Castaldi, Nardo 8, Resca 2, Giacomo Sacco 6, Succi 4, Giuseppe Sacco, Marcello Tosi, Rossi (P), Stabellini 10, Hristov A. 1, Hristov V. 3. All.: Lucio Ribaudo.
Arbitri: Savarese e Bocchieri.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *