Parma Pallamano 1970

Difesa colabrodo Nuova Era e Bologna vince

(da SportReggio.it)

La squadra di Galluccio evidenza grosse lacune nel reparto difensivo e viene castigata: 39-36

SAN LAZZARO DI SAVENA (Bologna) –  La catastrofe difensiva della Nuova Era consegna tre punti al Bologna nella settima giornata del campionato di serie A1 di pallamano maschile. Se il reparto arretrato della Nuova Era fosse così frizzante, determinata e concreta come la fase di attacco, Casalgrande avrebbe buone chance addirittura in ottica scudetto: purtroppo, però, l’amara realtà dei fatti dà ben altre indicazioni. La compagine di Luca Galluccio è riuscita nell’impresa di perdere anche contro Bologna, che si presentava a questo derby regionale con gli scomodi galloni di cenerentola del gruppo B: ora i petroniani dell’allenatore-giocatore Marcello Montalto hanno abbandonato l’ultimo gradino della classifica, arrivando a raggiungere proprio i biancorossi. Sul parquet del PalaSavena di San Lazzaro, le manovre offensive ospiti si sono rivelate eccellenti, vivaci e grintose: le 16 (sedici) reti messe a segno da un Mattia Lamberti sempre più convincente sono la prova più lampante in tal senso. Tuttavia, Casalgrande ha gestito la difesa in modo ben diverso: Bologna è riuscita a segnare praticamente da tutte le parti e da ogni distanza, senza trovare la benchè minima resistenza da parte degli avversari. Così, il team felsineo imbottito di giovani ha potuto raggiungere la prima vittoria in campionato: la facilità con cui i padroni di casa hanno trovato la via del gol è stata a tratti imbarazzante. Per onor di cronaca, va detto che la Nuova Era ha dovuto fronteggiare due infortuni di non poco conto. Al termine del primo tempo, Enrico Mammi ha lasciato il terreno di gioco perchè i dolori al ginocchio sono tornati a farsi sentire: nei minuti iniziali della ripresa, Davide Ruozzi ha dovuto abbandonare a causa di un fastidio al tallone la cui entità dovrà essere soppesata nei prossimi giorni. Ad ogni modo, questi problemi non rappresentano affatto delle pezze giustificative: l’inconsistenza difensiva è costata carissima alla compagine casalgrandese, che ha così gettato al vento un’occasione d’oro per tornare finalmente alla vittoria. Di certo coach Galluccio ha parecchi argomenti su cui riflettere, e peraltro è stato lui stesso ad ammetterlo.
“Sono attonito, quasi senza parole”, ha esordito il coach biancorosso: “quando non si difende è impossibile vincere, e quindi il risultato di San Lazzaro è logica conseguenza di quanto visto in campo. Guai a giustificare la sconfitta con i due infortuni, perchè sarebbe una falsità assoluta: Bologna ha vinto con merito, sfruttando tutte le nostre incertezze. Non abbiamo mai provato a chiudere un varco, non abbiamo mai tentato di opporci alle manovre offensive felsinee: al di là delle dimensioni del punteggio, è una sconfitta rovinosa della quale mi assumo tutte le colpe. Se le falle nel nostro gioco sono così evidenti, le responsabilità sono in primo luogo del sottoscritto. Con tutto il rispetto possibile per il gruppo di Montalto, siamo riusciti a trasformare Bologna in una squadra di fenomeni: tuttavia loro non sono affatto dei fenomeni, ma noi siamo ugualmente riusciti a fallire l’appuntamento con tre punti molto preziosi anche sul piano del morale. Adesso”, ha proseguito Luca Galluccio“il nostro turno di riposo arriva proprio nel momento più indicato. Ci serve e mi serve una pausa di riflessione, per capire le vere ragioni che ci portano ad avere la peggior difesa del gruppo B. Fino a ora ho dedicato la massima attenzione e cura nel lavorare con questa squadra, ma a quanto pare non basta più: dovrò impegnarmi al 150%, perchè vorrei che la sfida interna con Imola ci portasse a una decisa inversione di rotta”.

BOLOGNA – NUOVA ERA CASALGRANDE 39 – 36 (primo tempo 20 – 17)
Bologna: Sgargetta D. (P), Montalto 6, Sgargetta C. 7, De Notariis 3, Bignardi 1, Pedretti 3, Garau 3, Mula, Racalbuto 2, Cereto 3, Cassani 1, Guerra, Simiani 9, Corni 1. All.: Montalto.
Nuova Era Casalgrande: Pazdro (P), Morelli 3, Pranzo 3, Ruozzi 6, Usai 4, Lassouli 1, Ricciardo, Lamberti 16, Barbieri 1, Giubbini 1, Rivi (P), Scalabrini, Mammi 1, Montanari. All.: Galluccio.
Arbitri: Marcelli e Marcelli.

Altri risultati della settima giornata: Terraquilia Carpi-Romagna Imola 30-21, Luciana Mosconi Dorica Ancona-Ambra Poggio a Caiano 30-32, Estense Ferrara-Farmigea Pisa 33-24. Ha riposato la Teknoelettronica Teramo.

Classifica di pallamano serie A maschile (girone B)Carpi 18 punti; Ambra e Teramo 15; Ferrara 14; Imola e Ancona 7; Bologna e Nuova Era Casalgrande 3; Farmigea 2.

 

Prossimo turno (sabato 16 novembre)Farmigea-Carpi, Ambra-Ferrara, Teramo-Ancona e Imola-Bologna.Riposerà la Nuova Era Casalgrande, che tornerà in campo il 23 novembre ospitando al PalaKeope il Romagna Imola.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *