Parma Pallamano 1970

Ancora a testa alta ma ancora sconfitti

L’Azeta Ala Parma esce sconfitta dal palazzetto di Castelnovo Sotto (RE) dove la squadra locale del Marconi Jumpers vince col risultato di 30 a 26. Per commentare la partita potremmo prendere gran parte degli articoli scritti per le ultime 2 gare con Pirati Handball e Romagna. Parma si presenta con diverse e importanti assenze e con numerosi Under 18 tra le sue fila (sabato erano 6); tiene bene la gara contro un avversario sicuramente più esperto che non riesce a chiudere definitivamente la partita se non negli ultimi minuti. Anche con i Jumpers il copione è stato lo stesso.

In una palestra molto calda, per il tifo e per la continua e solita tensione della panchina di casa, Parma presenta una prima formazione composta in gran parte dai suoi “veterani” (per lo più 90 e 91) e con Belli che, in settimana, è riuscito a fare almeno un allenamento. Si notano le “importanti” assenze di Cortesi (impegnato in un corso di studio) e Oppici (per il recupero del ginocchio sarà di almeno un mese la sua assenza). Ma tant’è, questo è quello che abbiamo oggi e questi ragazzi devono darci l’anima pur sapendo di partire sempre in condizioni non ottimali. Da rilevare la presenza in panchina di 2 debutti assoluti nella squadra seniores, Benvenuti, che alla fine segnerà anche una rete e Grilli, tornato a giocare a pallamano nelle ultime settimane dopo alcuni anni di stop.

Parma va subito in rete ma saranno solamente i primi 4 minuti di gara a vedere il vantaggio dei ducali (0-1 e 1-2), per il resto della partita parità o Jumpers avanti. Nella prima frazione di gioco Parma subisce 2 break da 4 reti che sembrano spianare la strada ai padroni di casa ma i gialloblù non mollano e si portano sempre sotto tanto da raggiungere il pareggio a poco più di un minuto dalla prima sirena: poi un rigore e una rete dell’ex della passata stagione Nikola Palazov (ottima la sua gara) stabiliscono il risultato sul 17 a 15. Soddisfazione tra i parmigiani presenti in tribuna perché i loro beniamini sono “in partita” pur giocando contro una squadra che fin qui ha perso una sola volta (proprio col Parma all’andata) e che, confrontata con le ultime avversarie incontrate è sicuramente quella più quotata per la promozione in A2.

Nella ripresa è più evidente la superiorità della formazione di casa tanto che Parma non riuscirà mai a raggiungere il pareggio: sul finire i Jumpers raggiungono anche il maggior distacco, + 5 sul 28 a 23. La partita termina con un tiro di rigore del Parma parato dal portiere di casa e fissa così il risultato sul 30 a 26.

Come già scritto i Jumpers visti sabato sembrano più forti di Pirati e Romagna, squadre che già sono state sconfitte all’andata dalla formazione di Castelnovo. Questo non può che rincuorare gli atleti e il Mister di Parma anche se, lo sappiamo, nessun allenatore ama perdere. Prossima sfida sabato 1 marzo alle 18:00 al Pala Del Bono contro il Nonantola; potrebbe essere l’occasione per tornare a quella vittoria che manca da 4 turni. Senza nulla togliere ai ragazzi dell’Under 18 che stanno dando un ottimo apporto alla squadra maggiore, anche in considerazione del loro impiego in 2 campionati, fondamentale, per la gara col Nonantola, sarà la possibilità di disporre di tutti gli atleti over 17 anni (Belli, Cortesi, … ecc.).

Da rilevare le 7 reti di Belli (una vera spina nel fianco della difesa di casa, chissà cosa farebbe se si potesse allenare con continuità) e le 11 di Mancuso Andrea (nella foto), infallibile dal dischetto con 6 centri su 6 opportunità. Questi i ragazzi impiegati da Mister Galluccio a Castelnovo e le reti (più sotto il referto della partita).

Azeta Ala Parma: Delbono, Boschi, Garavaldi (3), Mancuso Andrea (11), Sciatta, Belli (7), Zagatti, Benvenuti (1), Maiavacchi (1), Salliu, Stighezza, Mancuso Marco (3), Allodi, Grilli.

Brutta giornata anche per gli ex di Parma Pallamano che hanno subito sconfitte nei loro campionati. Il Casalgrande di Mister Luca Galluccio e Usai (Scicchitano e Zerbini non a referto) ha perso in casa del Romagna col risultato di 29 a 26. La Farmigea di Ferrari e Anelli, 3 e 5 reti per loro, con Piletti non a referto, ha subito l’ennesima sconfitta, 31 a 32, col Bologna. Infine il Ferrarin con Faiulli è stato sconfitto dal Città Giardino (non sappiamo se nelle fila torinesi era presente Curtabbi, in tal caso sarebbe stato l’unico parmigiano vincitore nella giornata)  per 32 a 30.

Jumpers parma

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *