Parma Pallamano 1970

3 punti importanti in una partita senza storia

Dovevano arrivare i 3 punti e sono arrivati ma la partita non è stata sicuramente all’altezza delle aspettative. Dopo 4 sconfitte consecutive si doveva assolutamente trovare la vittoria che smuovesse la classifica ferma da fine 2013.

Entrando in palestra il primo sguardo era sulla formazione dell’Azeta Ala Parma e si vedeva immediatamente la mancanza di Belli … preoccupazione. Poi si guardava dall’altra parte, quella del Rapid Nonantola, 7 giocatori su 7 posizioni in campo, 3 ragazzi molto giovani (uno di essi addirittura un Under 14 come scopriremo dopo), 2 atleti, i terzini, fisicamente dotati e con un tiro potente. A questo punto la preoccupazione di prima svaniva perché se Parma avesse avuto problemi in queste condizioni non sarebbe stato il Parma che conoscevamo; è vero che nelle ultime 4 gare non si erano fatti punti, ma è altrettanto vero che, almeno nelle ultime 3 partite, Parma era sempre stato in partita, perdendo poi di poco, contro avversari più esperti e con formazioni “più complete” della nostra (come abbiamo già avuto modo di scrivere in altri articoli).

La partita iniziava e, lo diciamo sinceramente, non aveva nulla da offrire al pubblico. Solamente le iniziative personali dei due terzini ospiti, in special modo il numero 10, rompevano la monotonia del predominio gialloblù. In difesa gli ospiti marcavano a uomo il terzino sinistro del Parma, indipendentemente da chi fosse a ricoprire quel ruolo; in alcuni momenti della gara abbiamo visto anche una doppia marcatura a uomo su entrambi i terzini ducali.

Da parte Parma tantissimi cambi di Mister Galluccio che dava a tutti molti minuti di gioco.

Dopo l’esordio della settimana scorsa, dove aveva giocato solo per pochi minuti, Ftancesco Grilli ha evidenziato di conoscere ancora il ruolo di ala (ha segnato diverse reti, anche in contropiede) nonostante alcuni anni di assenza dalle palestre. Anche altri atleti, che finora avevamo visto prevalentemente nel campionato Under 18, hanno avuto modo di assaporare il gusto della Serie B; tra questi Balestrieri Guido, con ben 4 reti in pallonetto e Alessandro Benvenuti . Diversi i gol in attacco da parte di quasi tutti gli atleti parmigiani ma anche tanti gli errori sotto porta e tante le parate del portiere ospite.

Tante, troppe, anche le reti subite dal Parma. Ma va detto che partite così non offrono molti stimoli e i ragazzi di Mister Galluccio non hanno così giocato all’altezza delle loro possibilità e delle ultime prestazioni fornite. Comunque buona prova di Filippo Delbono  (nella foto) in porta a conferma di una crescita che si evidenzia di partita in partita.

 

Risultato finale 35 a 22 con un Parma che, proprio negli ultimi minuti, giocava con 2 uomini in meno a causa di 2 espulsioni.

Nulla di più da dire di una partita che è sembrata più un allenamento che una gara di campionato.

In tribuna quasi tutti gli ex del Parma che sabato non giocavano nei rispettivi campionati, tutti fermi in questo fine settimana: presenti a tifare Parma il tecnico Luca Galluccio, i 3 atleti del Farmigea, Ferrari, Anelli e Piletti nonchè il “torinese” Curtabbi.

Questi tutti i risultati della terza giornata del girone di ritorno:

PARMA PALLAMANO – RAPID NONANTOLA 35-22

MARCONI JUMPERS – G.S.RIALE 36-22

RAVARINO – ROMAGNA HANDBALL 25-28

SPORTINSIEME – PIRATI HANDBALL 18-24

Riposava: HANDBALL ESTENSE

Classifica:

Pirati 30, Jumpers e Romagna 27, Sportinsieme 19, Azeta Ala Parma 18, Ravarino 9, Nonantola 6, Riale 4, Estense 3.

Jumpers, Riale e Estense una partita in meno

In attesa della telecronaca integrale della partita (con 3 commentatori che hanno parlato “di tutto di più” vista la pochezza dell’incontro) vi proponiamo l’intervista a caldo ai fratelli Balestrieri:


Pallamano, i fratelli Balestrieri dopo Parma… di sportemilia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *